CAI

Club Alpino Italiano

Sezione di Belluno

"Francesco Terribile"

P.zza San Giovanni Bosco n. 11, 32100 Belluno
Tel. e Fax +39 0437 931655 E-mail info@caibelluno.it

Archivio news

Home > Archivio news > La scuola nel 2008

La scuola nel 2008

Notizia del 12/05/2009

Anche nel 2008, l’organico istruttori si è impegnato nell’organizzazione del corso base di scialpinismo (SA1). Il corso diretto dall’ISA Rocco Reolon e dall’ISA Vittorio Ronzon, a cui hanno partecipato ventotto allievi, ha preso avvio a gennaio e si è protratto fino a marzo, mesi durante i quali sono state effettuate sette lezioni pratiche precedute, come di consueto, da altrettante lezioni teoriche. Le uscite si sono svolte principalmente nell’ambito dolomitico, tranne la gita finale di due giorni nel gruppo dell’Ortles-Cevedale, con pernottamento al rifugio Corsi e gita lungo la Val Martello (con venti classificati a livello “uragano”!). L’ultima uscita applicativa con conduzione della stessa da parte degli allievi, li ha visti anche alle prese con una simulazione di ricerca in valanga effettuata a sorpresa con travolto sopravvissuto.

L’attività 2008 è proseguita con il 44° corso di scialpinismo avanzato (SA2) riservato a chi, avendo già partecipato ad un corso base, vuole approfondire la conoscenza dell’ambiente montano invernale e dell’ambiente glaciale dell’alta montagna, muovendosi oltre che con gli sci anche con piccozza e ramponi. Al corso hanno partecipato dodici allievi, che sono stati impegnati in sei lezioni teoriche e otto pratiche in ambiente. In particolare, la prima uscita di due giorni ha visto gli allievi alle prese con il bivacco di emergenza durante l’ascensione a Cima d'Asta nel gruppo dei Lagorai, con brillante gestione della notte in truna.

A chiusura del corso l’ultima lezione teorica è stata condotta in modo originale dall’alpinista-himalaista e guida alpina Mario Dibona. La serata, che è stata aperta anche a tutti gli appassionati, ha avuto carattere culturale e divulgativo, con una prima parte dedicata allo sci alpinismo ed una seconda dedicata agli 8000 scalati dall’ospite.

Risultati lusinghieri sono stati ottenuti da tutti gli allievi del corso, quattro dei quali sono stati invitati ad entrare nella scuola come istruttori sezionali.

Nel corso della primavera-estate gli istruttori della scuola hanno avuto un’intensa attività sia scialpinistica che alpinistica, che li ha portati tra l’altro nel gruppo del Monte Rosa e sulla cima del Civetta con gli sci, e a salire cinque vette oltre i 4000 m lungo vie di neve, ghiaccio e misto tra il Vallese ed il gruppo del Monte Bianco.

A coronamento dell'anno la commissione di scialpinismo presenterà il 1° corso “Una montagna di neve... sicura!”, rivolto a tutti coloro che si muovono nella montagna invernale a piedi, con le ciaspe, lo snowboard o effettuano discese da freeraider e vogliono acquisire delle conoscenze di base sulla prevenzione del rischio valanghe, sull’uso dell’ARVA e sulla gestione delle emergenze in valanga.

Il corso sarà composto da cinque lezioni teoriche e da tre lezioni pratiche in ambiente come da allegato programma.